Lunedì 29/06/2015

DT del Lunedì 29/06/2015

Garmin Trio Sirmione

Sirmione è certamente la gara dell’anno per la nostra squadra, i complimenti innanzitutto non possono che andare agli organizzatori:

AndreaMax

voto 10 e LODE, per una manifestazione impeccabile, ma 10 anche a tutti i compagni e amici che aiutano alla riuscita di un evento così ben fatto, dal “Direttore gara” ai bimbi allo spugnaggio.
Una grandissima festa a cui prendono parte ben 31 atleti della DT89.

18025_10153493558581340_1790895083141165054_n

Partiamo dalle donne che regalano le soddisfazioni migliori alla squadra con due podi di categoria.

sirmione F

Valentina Brighenti Voto 7
Come si fa a prendere 7 andando sul podio? beh perchè è la media tra il 9 del podio e il 5 della prestazione.
Lo ammettiamo la ragazza ci ha abituato bene, e proprio per quello ormai le aspettative su di lei sono alte, nuota malissimo per i suoi standard raddrizza la giornata da par suo in bici, ma poi corre male. Ciò nonostante resta fortissima e chiude 16esima assoluta e SECONDA di categoria.
Inespressa

Nicole Dolcera Voto 10
E’ nata una triathleta, il suo primo triathlon è un olimpico, gestisce l’emozione e l’ondina contraria in direzione prima boa, supera il panico e finisce, la ragazza è ora una triathleta, da adesso in avanti penserà alla prestazione, ma visto che la giornata è magica chiude 55esima assoluta ma che vale il PRIMO posto di categoria S1.
Giovani triathlete crescono

Teresa Hernandez Voto 7
Non conosciamo Teresa, ma il tempo in acqua è migliore di quello della Vale che ferma non è, poi paga in bici e a piedi qualcosa rispetto alle molto più giovani compagne, ma è finisher.
New Entry


Nutritissima batteria uomini DT89 al via, e tante sorprese.

sirmione M1
sirmione M2

Giuseppe Finazzi Squalo Voto 9
Lo squalo oggi è un pò meno sgusciante del solito e fa il terzo tempo in acqua della DT89, però la prestazione è strepitosa in tutte e 3 le frazioni cambi compresi, 24:38 in acqua, 1:02:11 in bici, 37:08 a piedi, per un 14esimo posto assoluto finale.
Il prototipo del triathleta completo.

Ermes Meloni Voto 4
Eccolo qui il peggiore della squadra, quando gli ricapita un olimpico senza Viking e Podioman (M1), lui studia i suoi avversari alla partenza, è il quinto M1 in gara dietro ai pettorali (12/19/27/30).
E’ confidente e ci crede di poterne mettere dietro almeno due e andare a podio, invece finisce quinto di categoria come è partito, a 22 secondi dal podio, con una prestazione a piedi orrenda, già a Bardolino aveva corso male, qui riesce a fare peggio (4:24 min/km di media), due indizi sono una prova.
Scarso

Massimo Ferrari Voto 10
Massimino è tornato, parte con il sontuoso pettorale numero 4 che echeggia il valore dell’atleta, ma oggi brilla l’uomo, il nostro ragazzo è al rientro, finalmente inizia a stare bene a sufficienza per finire una gara, da grande altruista, visto che la condizione è tutta da costruire anche se alcuni lampi già si intravedono in acqua e in bici, si mette al servizio di Cristian a piedi e lo scorta per tutta la frazione.
Gradito ritorno

Cristian Padova Voto 10
Se non è la gara perfetta poco ci manca, strepitoso in acqua 24:05, ottimo in bici dove memore degli errori della settimana prima a Bardolino si spende il giusto nei cambi e tiene il gruppo dei più forti, a piedi soffre per un 44:28 che è il tempo che vale, e chiude migliorando il pettorale.
Il Manzo è galvanizzato, vuole migliorarsi e lo sta facendo alla grande in questa stagione (-8 e ripetiamo OTTO minuti rispetto all’anno prima), resta solo l’ultimo tassello, mettersi a dieta.
Affamato

Nicola Cazzuli Voto 10
Conosciamo Nicola per la prima volta direttamente in acqua prima dello start, il ragazzo è fisicato, grande stazza asciutta, si capisce che è uno serio, ci racconta che era tiathleta 10 anni prima e Sirmione è una sorta di battesimo per il rientro alle competizioni dopo anni di inattività, parte 576esimo senza rank chiude 117esimo assoluto con un ottimo 2:16:42.
Grande rientro

Giuido Diamani Voto 8
Finalmente, dopo un bel pò di sfortuna Guido chiude una gara, niente forature, la chiude alla grande, si migliora di oltre un minuto rispetto allo scorso anno, dove aveva nuotato molto meglio di quest’anno, in bici fa esattamente lo stesso identico mostruoso tempo dell’anno precedente, però sabato corre esattamente 2 minuti più forte dell’anno prima, il ragazzo è giovane e va forte, i margini di miglioramento sono enormi, quando mettiamo a posto il nuoto?
Work in progress

Marco Turrina Voto 9
Eccolo qui il nostro Marco, lui l’aveva detto che Sirmione era un obbiettivo, ha penato e sofferto la mancanza di allenamento facendosi la “gamba” sulle salite dell’Elba, ma il lavoro ha pagato e sfodera una super prestazione, il tempo in acqua fa spavento 22:40, inutile dire che è a mani basse il migliore, gli permette un buon treno in bici, treno che questa volta ha la possibilità di tenere, per poi gestirsi a piedi.
Well done

Christian Abate Voto 9
L’avvocato prende i suoi primi 2 punti in classifica per la Piangina Cup, lamenta dolori ovunque prima della gara, la sera prima dichiara addirittura che è propenso al ritiro, poi però parte e sfodera la migliore gara della stagione, ma potremmo dire delle ultime stagioni, solido in tutte le frazioni, spicca una bici da paura 1:02:04 ad oltre 38km/h di media, poi riesce anche a correre forte.
La giuria ritiene l’imputato: Assolto, da ora in avanti questa performance legifererà sulle prestazioni future.
Ora sono cacchi tuoi

Marco Bonanomi Voto 8
Il nostro pilota conosce la velocità e sa come andare forte, dopo i primi 4 è quello che nuota meglio 26:35, bici grandiosa in 1:02:31, non prende 10 in pagella perchè corre in 45:03, decisamente troppo alto per chi è un atleta come lui, ma le prime due prestazioni sono ottime, se smette di correre con BellaVita e si mette a seguire Zag il futuro è assicurato.
Rivelazione

Stefano Gottardi Voto 7
Che fine ha fatto il Got versione 2015? è vero che va forte ma pare che ultimamente stia pagando un pò la bici, infatti nonostante migliori sia il nuoto che la corsa rispetto all’anno prima chiude esattamente con lo stesso tempo dell’anno precedente 2:20:14 nel 2014 2:20:38 nel 2015.
Attimo di calo

Daniele Lanza Voto 5
Ci dispiace affibbiare questo voto al Capitano ma come possiamo fare altrimenti? Nel 2014 2:16:43, quest’anno chiude 2:21:16, peggiorando tutte e 3 le frazioni, dove aggiunge 2 sanguinosi minuti in acqua e altri 2 in bici, non contento peggiora di un’altro minuto a piedi, si salva dal 4 di giornata solo perchè ne viene assegnato solo uno a competizione e c’è chi l’ha già preso.
Imbarazzante

Andrea Swierczynski Voto 10
BOOM, da dove viene questa prestazione non si capisce, forse dalla dichiarazione pre-gara: “se mi batte Gas mi ritiro”.
Andrea oggi è una macchina da guerra, seppellisce tutti i suoi avversari diretti, nuota pedala e corre solido, 3 frazioni perfette senza sbavature, -18 minuti rispetto al 2014, migliora il pettorale, cosa si può chiedere di più?
Chapeau

Gianluca Gabriele Voto 6
Solo 6? Si, perchè prima del via dichiara che va a prendere Swierczynski in bici, e non lo vede neppure dipinto, perchè a Pescara nuota un 1900mt in 37min mentre qui vede bene di metterci 35:31 min per coprire 400 mt in meno. Ok poi pedala e corre benino, ma i buoi sono ormai tutti scappati dal recinto, la sufficienza è fin troppo.
Leccarsi le dita e pedalare ehmmm nuotare….

Ervin Cinti Voto 9
BellaVita prima del via dichiara: “W la Fi.a” e “Finisco sotto le ore 2:30”, il ragazzo è di parola, passa la sera prima al Coco Beach sino alle 2 del mattino per onorare la prima dichiarazione, tanto la gara è alle 16, e chiude con il tempo di 2:26:52 mantenendo inaspettatamente anche la seconda promessa.
Da dove arrivi questa prestazione come per Swierczynski non ne abbiamo idea, di certo è che migliora di 32 minuti rispetto al 2014, in quella che di fatto è la sua prima gara dell’anno.
Se solo pensasse meno alla…. e più al triathlon…
Incompiuto

Davide Zaglio Voto 6
Il nostro coach dopo anni di stimato lavoro come responsabile della frazione run finalmente ha la possibilità di realizzare il suo sogno e prendere parte come atleta alla festa, sarà stata l’emozione o l’ondina “bevibile” ma combina un disastro nella frazione di nuoto, split talmente brutto a cui non possiamo dare più di 3, si difende in bici a 35km/h di media che gli vale un 6 in pagella, per poi sfoderare una frazione a piedi da 9, 38:45 il tempo finale che è il 35esimo assoluto, 3+6+9 = 6.
Il runner deve trovare modo di mettere le branchie

Matteo Treccani Voto 8
Analizzare la gara di Matteo è ardua, il ragazzo non si allena da una vita e praticamente si schiera allo sbaraglio, se poi confrontato al Matteo versione 2014 che prendeva il via agguerrito e ben allenato il paragone si fa impari. Infatti Matteo nuota 3 minuti più lento, lui che volava in acqua, stampa lo stesso identico tempo in bici, ma poi succede l’impensabile, il Matteo non allenato non stramazza a piedi e rifila minuti su minuti al suo alter ego nell’ultima frazione, chiudendo con addirittura 8 minuti meno dell’anno scorso, 8 minuti = 8 in pagella.
Inspiegabile

Andrea Gasparini Voto 8
Come sopra, un’altra prestazione inspiegabile, il neo papà ha abbandonato momentaneamente il triathlon per Filippo, e come dargli torto, si schiera al via per la compagnia infatti dichiara: “Gareggio ma è come fossi ritirato”, infatti rispetto al suo alter ego del 2014 nuota un minuto più lentamente, becca un altro minuto e mezzo in bicicletta, e li sul più bello quando ti aspetti che l’impreparato naufraghi si mette a correre e rifila minuti su minuti al Gas-2014, per chiudere con un miglioramento di 6 minuti abbondanti.
Inspiegabile

Matteo Falasconi Voto 8
La nostra scorza-169 è al suo debutto assoluto in una gara ufficiale e in un olimpico, dopo un solo inverno di allenamenti interrotti dal lavoro e da qualche acciacco di troppo, senza riuscire ad avere la necessaria continuità mette insieme una bella gara, tutta in progressione, dopo il nuoto migliora nella bici per poi dare il meglio a piedi, purtroppo all’arrivo non è contento del buon debutto perchè non appare in nessuna delle foto ufficiali della squadra, suo vero obbiettivo.
Photoshoppatelo

Andriano Bazzoli Voto 8
Gli anni passano per il nostro IM, ma lui fa le cose come sempre, ovvero bene, e stampa lo stesso tempo dell’anno precedente, senza un particolare allenamento, che vale il settimo posto di categoria, abbiamo idea che con qualche allenamento in più lo vedremmo tra le prime posizioni.
Inossidabile

Agostiano Lanzani Voto 6————
L’Ago ammirato a Bardolino è uno sbiadito ricordo, sarà per la stanchezza o perchè in settimana in pista invece di correre con il coach Zag si mette agli ordini di Swierczynski, ma firma una brutta gara, fa il suo a nuoto per poi naufragare miseramente in bici e trascinarsi a piedi, il 6 meno periodico è grasso che cola con una gara così.
Appannato

Davide Gogna Voto S.V
Il ragazzo si trascina a Sirmione l’infortunio rimediato a Bardolino 7 giorni prima che l’ha costretto al ritiro, limitandone la performance ad un tempo veramente anonimo.
Acciaccato

Renato Silvia Voto 6
Renaux che tanto ci ha fatto inorgoglire all’inizio della stagione sfiorando ripetutamente il podio ovunque si schierasse uscito dall’acqua dove ha nuotato alla grandissima 28:53, si è sciolto come un pupazzo di neve all’inferno sotto il sole cocente di Sirmione nella frazione bike, forse troppe gare, forse pensa già alle vacanze, ma il serbatoio è in riserva.
Palla di neve

Leonardo Trivella Voto 5
Come per il Capitano Leo è da votaccio, non ci sono scuse perchè dopo gli exploit dell’Elba e di Bardolino ormai si è fissata l’asticella di giudizio molto in alto, ma quello che mette in campo è un orrenda prestazione in acqua, si salva in bici per poi addirittura saltare a piedi.
Smarrito

Triathlon Olimpico di Segrate

segrate

Giorgia la Monaca Voto 10
Come a Sirmione le soddisfazioni arrivano dalle donne, Giorgia in quel di Segrate chiude sesta assoluta e PRIMA di categoria, abbiamo finito gli aggettivi per descriverla, di certo abbiamo imparato a conoscerla dopo questo inizio di stagione in cui ha stupito tutti facendo benissimo in tutte le gare dove si è schierata, siamo super felici del nuovo acquisto e speriamo di averla con noi alla gara sociale per dare spettacolo tra grandi atlete.
Certezza

11696411_10205713716096572_1133725608_n

La redazione