DT del Lunedì 30/04/2017

DT del Lunedì 30/04/2017

Dal nostro inviato sul campo: Andrea Swierczynski.

SPRINT DI FUMANE

Giornata uggiosa.
Santuario della Madonna de La Salette che ti guarda dall’alto.
Non sembra di essere a fine aprile ma a fine ottobre.
Le prime gare dell’anno sono sempre uno stress pazzesco.
Non si è abituati alle dinamiche delle zone cambio, non si sa in che condizione fisica ci si trova realmente.
Qualcuno si era già testato ad Asola. Qualcuno invece era al suo esordio stagionale.
Ma questa gara ha un sapore speciale.
E’ una gara particolare. Prima di tutto la organizza il nostro IRONMAN Pastore che merita un bel 10, perfetto anche in questa specialità.
Ma avrà qualche difetto questo ragazzo, oltre ad essere veneto?
Poi c’è la salita. Tanta salita e si sa che se vuoi pensare di essere un vero ciclista devi andare forte in salita.
Ma c’è anche tanta discesa.
Noi della Desenzano Triathlon schieriamo qualche pezzo da novanta e anche qualche pezzo da antiquariato.

PAOLA GOLDONI
goldoni

L’unica rappresentate del gentil sesso sfodera una prova da top.
Lei è come il vino rosso che si produce in queste zone, un Valpolicella superiore, forte, rubino, carico, quando lei scatta in salita, fa girare la testa a tutte le sue rivali ed in verità ubriaca tanti tanti maschietti.
Brava Paola, quarta assoluta con la seconda miglior prova donne in bici. (lo dico a bassa voce… tra gli uomini della DT sarebbe stata con il gruppo dei primi in cima alla salitona!)
DENOMINAZIONE DI ORIGINE CONTROLLATA. VOTO 9 E MEZZO.

Per quello che riguarda il gruppo di machi che si presentava alla partenza possiamo dire che merita assolutamente una menzione d’onore l’inossidabile:
STEFANO GOTTARDI.
gottardi

Il nostro super Gott dopo essere salito sul podio più alto nella sua categoria ad Asola porta a casa un altro podio.
Questa volta è secondo, dopo una buonissima prova in acqua, si trova da solo in bici e soffre un po’di solitudine poi incrocia Paola che potrebbe fargli da badante ma lei va troppo forte.
E allora con esperienza conclude la frazione bici solitaria e messi i piedi a terra comincia a volare leggero come un passerotto e conclude alla grande la sua gara.
Come fece Napoleone, nel 1796, il nostro Got passa da Fumane e impone anche in questo piccolo paese il suo dominio.
IMPERATORE. VOTO 9 E MEZZO.

Poi come avrebbe scritto il nostro Manzoni, Ermes Meloni facendo una valutazione confrontando la posizione finale e il numero di pettorale i promossi sono:
APERIO
aperio

(pos.28 pett.39) Il nostro crossista sfodera una frazione bike da paura!!! ARRAMPICATORE!

BONANOMI
bonanomi

(pos.46 pett.63) Come cacchio fa ad andare cosi forte il Bona che non si allena mai!!!! ATLETA MODELLO!

TURRINA
turrina

(pos.52 pett.85) Rimette in fila tutti quelli che lo avevano battuto ad Asola! TURBO-TURBINA

ROSA
rosa

(pos.71 pett.75) Ritornando in macchina con lui sono stato illuminato dal suo sorriso a 68 denti che mi ha fatto capire che era molto soddisfatto della sua prestazione e di aver battuto il Got!!! FELICE E CONTENTO

ROMANI
romani-swarzo

(pos.92 pett.96) L’allievo del professor Gottardi è l’atleta che sta migliorando di più quest’anno.
Dopo la prova convincete di Asola conferma i miglioramenti!!!ATTENZIONE AL ROMANI!!!

BERETTA
beretta

(pos.134 pett.191) Piano piano silenziosamente prepara la strada che lo porterà sicuramente in zone ben più prestigiose delle classiche, qui a Fumane è l’atleta DT con il coefficiente Meloni più alto +57! BERETTONE!

Ed ecco i bocciati:

CRISTINI
cristini-aperio

(pos.59 pett.41) Per me è solo bocciato dal coefficiente Meloni perchè dopo aver dato spettacolo in terra Elbese e aver tirato in piscina il suo compagno di battaglia Aperio sfodera comunque una bellissima gara. SICUREZZA CRISTINI!

SWIERCZYNSKI
swarzo

(pos.101 pett.88) Intervistato a fine gara era euforico per essere arrivato prima dell’amico Lanzani.
Dice di aver allagato gli occhialini in piscina, di aver bucato in salita, di aver perso la scarpa nella corsa e di essere inciampato nel rilevatore del chip all’arrivo, di essere scivolato nella doccia e di non aver digerito la pasta del pasta party. Ma stai a baita che è meglio!!! PAGLIACCIO!

LANZANI
lanzani

(pos.128 pett.90) Non era la sua gara. Lui è ormai tarato sulle lunghe distanze dopo la bellissima gara a Pula l’anno scorso dove però deve aver lasciato il sorriso!!! State tranquilli che ha già pronto l’aspersorio per battezzarne un bel gruppetto nelle prossime occasioni. SAN GIOVANNI BATTISTA

FREDA
freda

(pos.161 pett.129) Ho già capito che il nostro atletone sempre con il sorriso sta studiando la situazione e sarà una delle rivelazioni delle prossime uscite! Ci scommetto!!


La redazione